Contatti | info@festivalethnos.it, Telefono: 329 9126 146

Aynur

GIOVEDI 1 OTTOBRE ERCOLANO

Villa Campolieto,
Corso Resina, 238
ore 20.30



Posti esauriti.

Presentarsi sul luogo del concerto 45 minuti prima dell’orario di inizio. La prenotazione è valida fino alle 20:30, orario di inizio del live.


Concerto di Aynur

Aynur Dogan è una delle più importanti cantanti curde dei nostri tempi. E’ una rinomata folklorista artista e icona culturale del popolo curdo, specializzata nell’ interpretare il repertorio tradizionale mescolandolo con altri stili moderni occidentali. Il suo straordinario stile vocale e il successo nel mondo della musica le hanno permesso di diventare una rappresentante di spicco del popolo curdo in Turchia e in tutto il mondo. Il 7 febbraio 2020 la voce soulful di Aynur incontra finalmente il pubblico con l’uscita del suo nuovo album “Hedûr”.
Hedûr è il tanto atteso settimo album in studio di Aynur, significa “consolare se stessi, prendendo conforto nel tempo” in curdo, nella sua lingua madre.
Una delle basi dei temi di fondo dell’album, “prendere conforto nel “tempo” è senza dubbio un riflesso delle difficoltà, dell’ingiustizia e della miseria di massa che si vive nella sua patria, la Turchia.
Hedûr conserva molti dei primi successi della carriera di Aynur, tra cui le sue prime esperienze come arrangiatore, compositore e produttore in tutto il suo percorso musicale. Lavorando con il pianista jazz tedesco Franz Von Chossy, Aynur fonde la musica tradizionale delle sue radici curde con elementi Jazz, creando in “Hedûr”, un senso contemporaneo della musica curda portando l’ antica tradizione musicale nel presente. L’album contiene nuove composizioni e canzoni tradizionali dall’archivio di Huseyin Erdem, scrittore curdo e iniziatore del Kurdish PEN Center.
Il successo di Aynur le ha permesso di collaborare in affiatamento con una vasta gamma di artisti acclamati, tra cui il violoncellista di fama mondiale Yo-Yo Ma e il Silk Road Ensemble, Kayhan Kalhor, Javier Limón, Kinan Azmeh, Nederland Blazers Ensemble, la NDR Big Band e molti altri.
Appare in una delle scene più notevoli di Fatih Akın documentario ” Attraversando il ponte / Il suono di Istanbul ” e come cantante ha anche fatto parte del film documentario di Morgan Neville su Yo-Yo Ma e il Silk Road Ensemble intitolato, “The Music of Strangers”.
Nel 2017 Aynur ha ricevuto il premio “Master of Mediterranean Music” nella categoria “Mediterranean Women in Action” dal Berklee Mediterranean Music Istitute. Questo premio ha riconosciuto gli sforzi di Aynur per preservare e reinterpretare la musica popolare curda, che l’ha trasformata in un modello influente per altre donne artiste che cercano di affermarsi nella scena musicale contemporanea.
Come solo gli artisti eccezionali fanno, Aynur sta raggiungendo gli ascoltatori in tutto il mondo collegando le giovani generazioni con le radici della musica curda, combinando i tesori del passato con il linguaggio musicale di oggi. Hedûr è un esempio perfetto per la sua arte.

 

 


Ricordiamo che negli spazi di Villa Capolieto è previsto il distanziamento interpersonale per i posti a sedere. Si ricorda inoltre che è obbligatoria la mascherina per l’ingresso e l’uscita.