Contatti | info@festivalethnos.it, Telefono: 329 9126 146

Maarja Nuut

VENERDI 2 OTTOBRE TORRE ANNUNZIATA

Villa Parnaso,
Litoranea Marconi, 12
Doppia esibizione: alle 20:30 e alle 22:15*


Ingresso libero con prenotazione obbligatoria www.eventbrite.it/e/123212356475
Presentarsi sul luogo del concerto 45 minuti prima dell’orario di inizio. La prenotazione è valida fino alle 20:30, orario di inizio del live.

*Chi ha prenotato per l’esibizione delle 20:30 non può registrarsi anche per le 22:15 oppure scegliere a quale delle due performance andare. Qualora dovessero riscontrarsi prenotazioni per entrambi gli spettacoli dalla stessa persona, non saranno considerate valide per nessun orario.


Concerto di Maarja Nuut

Maarja Nuut è una cantante, violinista e compositrice, una sperimentatrice determinata, sempre alla ricerca di una personale fusione tra le tradizioni musicali del passato e le nuove tecnologie. È conosciuta per le sue performance coinvolgenti, spesso ipnotiche, piene di bizzarre e inquietanti narrazioni sulla morte e su un paesaggio immaginario.
L’unicità della sua visione musicale e del suo suono, che attraversa senza difficoltà i confini di genere, può essere vista come un elemento di rottura nell’ampio panorama della musica world e folk e nella scena classica ad essa connessa.
Nata a Rakvere, piccolo paese nel nord dell’Estonia, Maarja ha studiato in modo approfondito la musica classica e il folk, inclusa la musica indostana sotto la guida della violoncellista Saskia Rao de Haas.
Il momento formativo più importante per la sua musica è stato probabilmente quello in cui ha scoperto alcune registrazioni d’archivio di musica rurale estone del periodo pre-sovietico. ‘Quando ho ascoltato queste tracce sono rimasta letteralmente scioccata. Era qualcosa che non avevo mai sentito prima, ma che risuonava davvero naturale. Ero ammaliata.’ Questo “stile rurale”, ed i suoi costanti esperimenti con il live looping, sono il cuore della musica di Maarja Nuut: un suono quasi modale, con piccoli modelli ripetitivi dai quali partono le variazioni che pongono differenti accenti sui temi musicali e permettono all’artista di esprimere appieno il suo stile personale.
Il debutto di Maarja è il disco autoprodotto “Soolo” del 2013. Tre anni dopo, come veterana del circuito musicale mondiale, dopo acclamate esibizioni al Womex e al Womad e il Premio come Miglior Artista al Tallinn Music Week festival, Maarja ha pubblicato il suo secondo album “Une Meeles” (In the Hold of a Dream) nel 2016. L’album è stato accolto da un’ampia acclamazione della critica internazionale e le è valso molti premi. In seguito Maarja si è esibita in solo attraverso tutta Europa e in Nord America.
Nel 2016 inizia la collaborazione con Hendrik Kaljujärv aka Ruum, un artista elettronico sperimentale il cui contributo ha fornito un quadro complementare, seppure spesso astratto, alle melodie ataviche di Nuut. Il loro primo album “Muunduja” è stato pubblicato nell’ottobre 2018 sull’etichetta britannica 130701.

Maarja Nuut: voce, violino, live electronics

 

 


Ricordiamo che negli spazi di Villa Parnaso è previsto il distanziamento interpersonale per i posti a sedere. Si ricorda inoltre che è obbligatoria la mascherina per l’ingresso e l’uscita.