Contatti | info@festivalethnos.it, Telefono: 329 9126 146

Fratelli Mancuso

 

VENERDI 17 SETTEMBRE PORTICI

Reggia di Portici,
via Università 100
ore 21.00

Parcheggio: è possibile parcheggiare presso il lato sud della Reggia in via Università, 100 all’interno dell’esedra.
Mentre l’area in cui si svolge il concerto (Pallacorda), si trova al lato opposto (lato nord) raggiungibile semplicemente attraversando la strada, dove sarà posizionato il botteghino e lo staff per l’accoglienza.

Concerto di FRATELLI MANCUSO

I fratelli Mancuso nati a Sutera, negli anni ’70 emigrano a Londra e lì lavorano per otto anni in fabbrica. Tornati in Italia nel 1981 si stabiliscono a Città della Pieve. I due compositori e polistrumentisti siciliani sono forti di una consacrazione che da tempo ha varcato i confini nazionali, insigniti di numerosi premi e riconoscimenti anche internazionali e con all’attivo numerose collaborazioni con il mondo del cinema e del teatro. Nel 1993 sono tra i vincitori al Premio Città di Recanati. Nel 1998 il regista Anthony Minghella sceglie un brano del Cd “Bella Maria” per la colonna sonora del film Il talento di Mr. Ripley. Nell’autunno dello stesso anno preparano un Cd e un video per la casa discografica statunitense Putumayo World Music dal titolo “Italian odissey”, produzione che sarà distribuita in tutto il mondo nel 2000.Nell’ottobre del 1999 sono invitati ad esibirsi al Premio Tenco 99. Agosto 2020 debuttano al Festival dei Due Mondi di Spoleto con l’opera I messaggeri con la regia di Emma Dante. Con l’album Manzamà nel 2021 vincono il Premio Loano per il miglior disco dell’anno e la Targa Tenco per il miglior album in dialetto.
Interpreti: , Lorenzo Sutera.

Formazione:
Enzo Mancuso: Canto,chitarra, ghironda,saz baglama, violino, sipsy
Lorenzo Mancuso: Canto, chitarra, harmomium, darabouka

 

Biglietto Fratelli Mancuso acquistabile qui

 


Reggia di Portici capienza 200 posti

l’utilizzo della mascherina è obbligatorio per tutta la durata dell’evento, compreso all’ingresso e all’uscita di ogni spettacolo.
I posti a sedere prevedono un distanziamento minimo tra uno spettatore e l’altro di almeno 1 metro, frontalmente e lateralmente.